Forum Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg Privati - Popup | Utenti | Download | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 LIBRI
 Libri letti, commentati, consigliati
 PRIGIONIA E DEPORTAZONE NEL VERONESE 43 45
 Nuova Discussione  Rispondi Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

tiamat
Livepointer... Fucilato

tia luna


10094 Messaggi

Inserito il - 23 maggio 2012 : 14:45:28  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di tiamat Invia a tiamat un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ASSOCIAZIONE NAZIONALE EX DEPORTATI POLITICI NEI CAMPI NAZISTI (ANED) - SEZ. di VERONA



A vario titolo e con diverse modalità di coinvolgimento, nel periodo 1943-1945 a Verona e provincia antifascisti uomini e donne hanno affrontato il carcere, la deportazione, la morte. Provenienti da tutta Italia, molte migliaia di persone hanno vissuto a Verona la prigionia, o vi sono passati nel percorso verso i campi di concentramento e di sterminio. A tutti loro è dedicato questo libro che, a partire da documenti contenuti negli archivi ANED e grazie al patrocinio del Comune di Verona, offre uno sguardo complessivo sulla realtà della carcerazione per motivi politici e della deportazione da Verona, attraverso luoghi, persone ed episodi e recupera alcune storie tra le tante, contestualizzando l’impegno e il sacrificio con le vicende generali dell’antifascismo.





Gracco Spaziani e Paola Dalli Cani



PRIGIONIA E DEPORTAZIONE NEL VERONESE

1943-1945



Venerdì 1° giugno 2012 - ore 17 - Via 4 Spade, 2





Libreria Feltrinelli





Introduce:



Dott. Guido Papalia, Procuratore Generale della Corte d’Appello di Brescia





Intervengono:



Il Presidente provinciale Aned Gino Spiazzi, l’autore Gracco Spaziani e l’editore Maurizio Miele (Cierre edizioni)





Saranno presenti alcuni tra i deportati la cui testimonianza è contenuta nel libro e che il 2 giugno riceveranno in Prefettura la 'Medaglia d'onore' a giusto riconoscimento del loro impegno e sacrificio, esempio, in particolare per le giovani generazioni, di scelte di vita che, opponendosi al nazismo e al fascismo a prezzo di indicibili sofferenze, hanno consentito al nostro Paese Libertà e Democrazia.





Non ricordare il giorno trascorso E non perderti in lacrime sul domani che viene: Su passato e futuro non far fondamento
Vivi dell'oggi e non perdere al vento la vita.
O.Khayyam

www.emergency.it www.puntorosso.it

Modificato da - tiamat in Data 23 maggio 2012 22:29:25
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Livepoint Forum © 2000-2002 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,36 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000